mercoledì 14/04/2021

News di Gossip e VIP

La tua pubblicità qui
×

“Live-Non è la D’Urso” fa flop e chiude. Ma il sostegno di Zingaretti fa esplodere il web

“Live-Non è la D’Urso” fa flop e chiude. Ma il sostegno di Zingaretti fa esplodere il web

“Live-Non è la D’Urso” fa flop e chiude. Ma il sostegno di Zingaretti fa esplodere il web

La chiusura del programma serale è stata comunicata dal Comunicato Esecutivo di Mediaset

Condividi

Non arrivano buoni risultati dall’Auditel per “Live-non è la D’Urso” che chiude i battenti in anticipo. La trasmissione saluterà il suo pubblico tra fine marzo e inizio aprile. Tra i motivi della chiusura anticipata ci sarebbero gli ascolti molto bassi. Lo share del programma infatti sarebbe fermo al 10-12%. Intanto, è subito caos sul web. Su Twitter il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha difeso il «Live» della conduttrice Barbara D’Urso.

Zingaretti alla presentatrice (da tre edizioni) del talk show Mediaset ha scritto: «In un programma che tratta argomenti molto diversi tra loro – è il post del segretario del Pd indirizzato a @carmelitadurso – hai portato la voce della politica alle persone. Ce n’è bisogno!».

Da ricordare che il leader dem andò in collegamento al programma Mediaset a parlare di Covid e di crisi di governo, l’ultima volta il 17 gennaio scorso.

Dopo il post di Zingaretti centinaia i commenti: «Uno dei punti più bassi del centrosinistra». Chi si sfoga con la solita battuta «Salvini, esci da questo corpo». O «Gli hanno hackerato l’account?». O Luca Bizzarri: «Alle volte, nell’uso dei social, rivaluto Carlo Calenda».

Selvaggia Lucarelli in un lungo post su Facebook dopo tra l’altro scrive: «Della serie: la famiglia Berlusconi mi ridimensiona? Il Pd mi sostiene! E passo pure per epurata. E quel furbone di Zingaretti non capisce in che gioco
si è infilato».

Ma perché questo tweet del segretario oggi? Il talk infatti potrebbe subire uno stop anticipato al 28 marzo.

A difendere la conduttrice scende in campo Imma Battaglia: «Il sessismo imperante di questo momento storico fa un’altra vittima illustre; stavolta tocca a Barbara d’Urso, la conduttrice del programma capace di influenzare e contaminare la politica usando il linguaggio del popolo».

Sullo sfondo, il calo degli ascolti per la D’Urso. Vero è che sui motivi di una eventuale chiusura prima del tempo si rincorrono voci che Mediaset al momento non conferma né smentisce. L’unica ad aver commentato è stata la conduttrice stessa che nel corso della puntata di Pomeriggio Cinque ha dichiarato: «Quello che si legge sui social è importante, quello che si dice anche ma ci sono molti siti che spesso anche con cattiveria, raccontano le notizie a loro modo».

Per poi aggiungere: «Si parla, si parla senza sapere come stanno realmente le cose».

Secondo alcune indiscrezioni, al posto della D’Urso sarebbe pronto ad arrivare Paolo Bonolis, che dall’11 aprile arriverà in prime time con puntate speciali di “Avanti un altro”. La chiusura anticipata del programma della D’Urso potrebbe protrarsi anche nella prossima stagione televisiva. Il talk show infatti potrebbe non ripartire più a settembre

Condividi
Condividi

Consigliati