domenica, Aprile 21, 2024
HomeGossipIncredibile! Tom Holland rivela di essersi sentito “schiavo” dell'alcol

Incredibile! Tom Holland rivela di essersi sentito “schiavo” dell’alcol

La star del cinema Tom Holland afferma che smettere di bere è stata “la cosa migliore che abbia mai fatto”, dopo essersi reso conto di essere diventato “schiavo” dell’alcol.

Il percorso di Tom Holland verso l’astinenza

Parlando al podcast “On Purpose with Jay Shetty”, l’attore ha detto che il suo percorso verso la sobrietà è iniziato con un Natale molto alcolico dello scorso anno. Ma dopo aver deciso di passare tutto il mese di gennaio senza bere, ha detto: “tutto ciò a cui riuscivo a pensare era bere. Mi faceva davvero paura”. “Mi sono reso conto che forse ho un problema con l’alcol.”

Questa consapevolezza lo ha spinto ad estendere la sua regola di non bere per un altro mese, ma ha trovato difficile resistere alla cultura del bere in Inghilterra. “Mi sembrava di non poter essere socievole,” ha detto Holland. “Mi sembrava di non poter andare al pub e prendere una bibita al lime. Non potevo uscire a cena. Avevo davvero, davvero difficoltà.

“Mi sono chiesto, perché? Perché sono schiavo di questa bevanda? Perché sono così ossessionato dall’idea di bere?” Così scosso, si è dato come obiettivo di rimanere sei mesi senza bere e ha raggiunto l’obiettivo il suo ventisettesimo compleanno, il 1° giugno.

A quel punto, ha affermato che fu “uno dei momenti più felici nella mia vita”. La star ha quindi elencato alcuni dei benefici che ha riscontrato dal momento in cui ha smesso di bere.

“Potevo dormire meglio. Potevo gestire meglio i problemi”, ha detto. “Cose che andavano storte sul set e che normalmente mi avrebbero sconvolto, potevo affrontarle meglio. Avevo una chiarezza mentale molto migliore. Mi sentivo più sano, più in forma. “Sono felice di dirlo – ero sicuramente dipendente dall’alcol. Non sto cercando di nasconderlo in nessun modo.”

La pausa di Tom Holland dalla recitazione

Tom Holland è attualmente a nove mesi di distanza dalla fine di una pausa di un anno dalla recitazione, dopo una faticosa ripresa per la serie Apple TV The Crowded Room. Parlando il mese scorso, la star ha detto che è stato “difficile” interpretare un personaggio basato su “il violentatore del campus” Billy Mulligan, un uomo americano che affermava di avere 24 personalità alternative.

Milligan è stata la prima persona a essere giudicata non colpevole dei suoi crimini per incrinamento mentale – sulla base del disturbo dissociativo dell’identità – e invece di finire in prigione ha trascorso dieci anni in ospedali psichiatrici. “Abbiamo esplorato certe emozioni che sicuramente non avevo mai provato prima”, ha detto Tom Holland a Extra TV.

“E poi, oltre a questo, essendo produttore, affrontare i problemi quotidiani che si presentano in qualsiasi set cinematografico, ha aggiunto quel livello extra di pressione. “Adesso mi prendo un anno di pausa, ed è il risultato di quanto difficile sia stato questo show.”

Nonostante l’ultimo anno l’abbia visto affrontare difficili questioni, l’attore è stato supportato dalla sua fidanzata e co-protagonista di Spider-Man, Zendaya. Parlando al podcast di Smartless settimana scorsa, ha rivelato di essere “fortunato ad avere qualcuno come Zendaya nella mia vita”.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments